calcio

Serie A: Inter, se non segnano Icardi e Perisic iniziano i guai. I numeri della dipendenza

I nerazzurri hanno imbroccato il sesto 0-0 stagionale contro l'Atalanta, e faticano tremendamente quando non segnano le due stelle offensive

L'esultanza di Icardi - Foto www.imagephotoagency.it

16:09 - 15 Aprile 2018
Lo 0-0 ottenuto dall'Inter contro un'ottima Atalanta (che avrebbe meritato il vantaggio nel primo tempo) non rappresenta solo una frenata nella corsa alla Champions League, ma è importante anche per i numeri di una squadra che non è mai stata continua nell'arco di una stagione: nel giro di poche settimane, i nerazzurri sono passati dalle roboanti vittorie contro Sampdoria (5-0) e Verona (3-0), a tre giornate senza reti. Una serie iniziata con lo 0-0 nel recupero del derby contro il Milan, proseguita con l'immeritato 0-1 contro il Torino e poi con la sfida di ieri: l'Inter non restava a secco per tre gare consecutive da sei anni esatti, e lo 0-0 contro l'Atalanta è il sesto stagionale. Numeri che fanno riflettere un'Inter che è più solida difensivamente, ma spesso fatica a segnare, così come deve far riflettere la dipendenza nerazzurra da Mauro Icardi e Ivan Perisic, una dipendenza che è ormai totalmente acclarata.
 
Non è affatto un caso che il calo nerazzurro negli ultimi tre match sia coinciso con la leggera flessione del croato e dell'argentino, che non sono riusciti incidere come nelle sfide precedenti. E questo, per una squadra che ha visto 33 dei 50 gol segnati nelle 32 gare di campionato venire realizzati proprio da Icardi (24) e Perisic (9), non è un dato positivo: la qualificazione alla Champions League nerazzurra passa proprio da questi due giocatori, anche perchè il terzo marcatore è Skriniar (4 gol) e c'è un problema-Candreva, dato che l'esterno è a secco dall'aprile 2017. Oltre ai numeri citati in precedenza, sorprende il dato legato a Mauro Icardi: il capitano nerazzurro ha segnato 24 reti in stagione, restando però a secco in 16 match e saltandone quattro per infortunio. Questo vuol dire che le sue reti sono arrivate tutte in 12 partite, anche perchè si trova spesso isolato dal gioco della squadra, e nelle gare in cui non ha segnato l'Inter fatica: in quei 16 match, sono arrivate 4 vittorie, con 10 pareggi e due sconfitte. Un dato che deve far riflettere, e vedremo come si svilupperà il prosieguo della stagione nerazzurra. 

Ti Consigliamo