Nations League maschile, buona la partenza italiana

nations league
Photo by Mark Kolbe/Getty Images

Due match vinti e il quinto posto in classifica. Il bilancio (parziale) per gli azzurri è positivo

È un’Italia che ha fatto a meno di molti suoi ‘big’ (Zaytsev, Colaci, Juantorena, Lanza) e ha messo in campo i ‘giovani’, le nuove stelle del firmamento del volley. La nazionale azzurra impegnata nel torneo FIVB Nations League maschile ha appena concluso la prima tappa con un buonissimo esordio.

26,70€
29,95
disponibile
11 nuovo da 21,99€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 15 Giugno 2019 13:16

La performance italiana nella prima tappa di Nations League maschile

A Jiangmen la compagine di Gianlorenzo – Chicco – Blegnini si è aggiudicata due vittorie e ha conquistato il quinto posto nella classifica temporanea. Germania e Cina sono state battute con un eccellente risultato (3-0). Solo contro l’Iran, nel match d’esordio, gli azzurri hanno tentennato, vincendo il primo set ma perdendo poi i 3 consecutivi (al momento gli iraniani sono primi in classifica a pari merito con la Francia).

Chi si è distinto nella prima tappa? Simone Giannelli si è meritato le lodi del mondo sportivo. L’alzatore ha guidato i compagni con una regia magistrale, dimostrando personalità e capacità tecnico-atletiche. Top scorer è stato l’opposto Gabriele Nelli, che ha dato sfoggio a un variegato repertorio di azioni. Buona la performance dei centrali Simone Anzani, ormai veterano, Alberto Polo.

15,00€
disponibile
Ebay.it

La nazionale italiana ha dunque esordito bene al torneo di Nations League maschile, e si prepara alla prossima tappa ad Ufa dove incontrerà gli USA (venerdì 7, alle ore 13), il Portogallo (sabato 8, ore 13) e la padrona di casa (Russia – domenica 9 alle ore 16). USA e Russia saranno gli ossi duri, anche se al momento stanno sotto all’Italia nella classifica parziale. Questi i nomi dei convocati per la tappa russa: Riccardo Sbertoli, Simone Giannelli, Giulio Pinali, Nicola Pesaresi, Daniele Lavia, Gabriele Nelli, Alberto Polo, Giacomo Raffaelli, Oreste Cavuto, Oleg Antonov, Roberto Russo, Fabio Balaso, Simone Anzani, Davide Candellaro.